Comunicato stampa coordinamento popolare 09 marzo 2021 - Coordinamento Popolare

Vai ai contenuti
COMUNICATO DEL 9 marzo 2021
La sindaca Raggi ignora lo Stabilimento Industriale Centro Carni di Roma

Ieri la Sindaca Raggi ha presentato il Piano di risanamento e il Piano industriale di AMA S.p.a. e con un contraddittorio sentimento di soddisfazione che abbiamo appreso che le tesi denunciate dall'Associazione Centro Carni Roma e del Coordinamento Popolare contro la Speculazione sul Centro Carni sono state assunte dalla Giunta Capitolina.

Che la valorizzazione finanziaria del Centro Carni fosse gonfiata ad arte per coprire il debito dell'AMA Spa a cui era stata conferita, è diventata una realtà concreta. Finalmente è stato riconosciuto, come le Associazioni e i Comitati andavano dicendo da anni, che "l'equilibrio del debito" era una pura operazione di mascheramento finanziario, il cui obiettivo non era certo il risanamento della Partecipata.

Altro punto importante che abbiamo potuto rilevare è il pronunciamento da parte della Sindaca che l'AMA S.p.a. non sarà privatizza ta e resterà un Bene Pubblico.

La nota dolente è emersa quando la Sindaca, nella sua presentazione, che tra l'altro ha visto coinvolti nella presentazione tre Assessori Comunali ( Bilancio, Ambiente e Urbanistica ) oltre che all'Amministratore della stessa AMA S.p.a., ha completamente ignorato e sottaciuto i programmi della Giunta rispetto allo Stabilimento Industriale Centro Carni di Roma. Una struttura che vogliamo ricordare alla Sindaca dà lavoro a circa 1.200 persone tra lavoratori ed imprenditori e che rappresenta un Servizio Pubblico verso cui convergono un'importantissima parte degli animali del Centro Italia, ma anche dell'Unione Europea.

Riteniamo che il riconoscimento di questo Servizio Pubblico da parte di Roma Capitale sia non solo fondamentale, ma doveroso, in quanto può rappresentare un motore per lo sviluppo occupazionale ed imprenditoriale di Roma e della Regione Lazio, in particolare in questo momento in cui la crisi generale, economica e sociale, sta attanagliando la vita dei cittadini.

È con ferma determinazione che invitiamo la Sindaca Raggi e la sua Giunta a programmare un incontro per definire concretamente lo sviluppo di questo importante settore industriale e commerciale di Roma. Ribadiamo che il Centro Carni è attualmente un Polo Alimentare Strategico a cui è necessario dare un indirizzo stabile e sicuro per quanto riguarda la sua produzione, ma anche amministrazione controllata da Roma Capitale, cosa molto più complessa e trascendentale del destino di "un campo di cicoria", come maldestramente la Sindaca lo ha definito ieri proprio alla fine della sua esposizione.

Roma, 09 marzo 2021

Associazione Centro Carni Roma
Coordinamento Popolare contro la Speculazione sul Centro Carni

Torna ai contenuti